Schwalbe Tire Booster: un aiuto per montare copertoni tubeless

Presentiamo il nuovissimo prodotto lanciato in questi giorni da Schwalbe: il Tire Booster. Come tutti ormai sappiamo, per il montaggio di un pneumatico tubeless, un potente getto d’i aria è necessario affinché il tallone venga posizionato rapidamente al bordo del cerchio e lo pneumatico sia ben sigillato. «Purtroppo non è sempre possibile, a seconda della combinazione pneumatico e cerchio, con pompe a terra tradizionali.» dice P. Krischio, Product Manager Schwalbe Race. Nel laboratorio professionale o presso un distributore di benzina, un compressore facilita ne il gonfiaggio. Per l’installazione facile e sicura senza compressore, Schwalbe mette a disposizione il Tire Booster che è stato sviluppato in collaborazione con la start-up britannica Airshot. Con esso, in poco tempo, si possono gonfiare gli pneumatici fino ad una pressione di undici Bar. «Così, lo pneumatico è tallonato immediatamente ed in modo sicuro sul cerchio – dice Peter Krischio -Il Tire Booster è un notevole vantaggio nel montaggio tubeless. Con i suoi 435 grammi, si può portare ovunque.»
Come si presenta il kit Tyre booster di Schwalbe

Come si presenta il kit Tire booster di Schwalbe

Il Tire Booster è un notevole vantaggio nel montaggio tubeless. Con i suoi 435 grammi, si può portare ovunque. Chi ha bisogno di maggiore flusso d’aria, può anche utilizzare un adattatore speciale: si deve rimuovere il meccanismo della valvola e l’adattatore viene avvitato direttamente sullo stelo della valvola. Il flusso d’aria viene così massimizzato. Ecco come fare: posizionare l’’adattatore sulla testa del tubo di gomma del Tire Booster e avvitare allo stelo della valvola, poi fissare la pompa a terra alla valvola presta del Booster e gonfiare fino alla pressione desiderata. Immediatamente l’aria sarà distribuita uniformemente e si udirà l’’innesto del pneumatico sul cerchio.
Il tire booster in aione

Il tire booster in azione

Schwalbe Tire Booster sarà disponibile il prossimo anno nel nostro shop.simonazzimoto.it, sezione ricambi bici, al prezzo di 59,00 €.

Leggi Tutto Nessun Commento

NUOVO MOTORE PW-X YAMAHA 2017 EBike

Yamaha ha presentato il nuovo sistema motore PW-X, che sarà introdotto in alcuni modelli di e-bike della prossima stagione 2017, un motore più veloce, più leggero e più potente. Il nuovo motore Yamaha PW-X è l’11% più leggero rispetto al precedente e il 13% più compatto, ha una coppia da 80 Nm e una batteria da 500Wh. 5 saranno i livelli di assistenza, con un miglior supporto del biker ai bassi/alti giri e in situazioni impegnative, come per esempio nelle curve strette o sulle ripide strade di montagna, mentre il display è di costruzione robusta, piccolo e compatto, perfetto per le e-MTB.
Il nuovo sistema yamaha PW-X

Il nuovo sistema yamaha PW-X

Design compatto con il 13% di riduzione del volume e del peso abbassato di 500 gr: Yamaha è stata in grado di ottenere una riduzione del peso di ben 500 gr, rimodellando l’asse e gli ingranaggi della trasmissione con un alloggiamento ora più sottile, utilizzando materiali più leggeri, questo ha permesso anche la riduzione del volume del 13%, inoltre è stato adottato un movimento centrale ISIS 128 mm.
Come Yamaha ha ridotto peso e ingombri

Come Yamaha ha ridotto peso e ingombri

La potenza desiderata può essere utilizzata in qualsiasi momento: Nuovo motore Yamaha ha una quantità di coppia disponibile da 70 Nm a 80Nm,  allo stesso tempo si introduce una nuova modalità di guida “Extra Power” . Ora il motore ha addirittura 5 modalità di assistenza a disposizione del biker, contro le 4 del modello precedente: saranno Eco+, Eco, Standard, High e Extra Power. Yamaha ha aumentato la reattività complessiva del nuovo sistema PW-X, utilizzando componenti più leggeri e anche nottolini per ingranaggi più stretti all’interno dell’unità, ciò significa che il biker quando preme sui pedali, le pedivelle risponderanno più velocemente, con la conseguenza che anche l’assistenza sarà più veloce. Inoltre Yamaha introduce una nuova batteria con una maggiore capacità da 500Wh, ma con la stessa forma e dimensione, quindi potrà essere montata anche su modelli precedenti. I fornitori che applicheranno sulle nuove biciclette il sistema PW-X verranno dotate di batteria da 400Wh o 500Wh a seconda delle specifiche delle e-bike. Yamaha ha rinnovato anche l’interfaccia utente:
Il nuovo display più piccolo e leggero insieme ai nuovi pulsanti di comando

Il nuovo display più piccolo e leggero insieme ai nuovi pulsanti di comando

Yamaha ha sviluppato il display e i controlli per una maggiore connettività e un modo migliore per il biker di leggere tutte le informazioni necessarie. Il nuovo display è più piccolo e più robusto rispetto ai sistemi precedenti, viene fissato nella parte interna del manubrio lontano da pericoli, con i tasti di comando montati ordinatamente verso sinistra. Il nuovo display a LED consente al biker di vedere meglio quale modalità di assistenza viene utilizzata, con un rapido colpo d’occhio nella parte superiore. Il sistema sarà inoltre in grado di connettersi a smartphone e similari e permetterà agli sviluppatori di creare più applicazioni utili ai bikers.  

Leggi Tutto Nessun Commento

Akrapovic, dentro la fabbrica dei successi

Grazie alla rivista online Moto.it, siamo entrati nella fabbrica per la produzione di marmitte più famosa in Europa: Akrapovic. I 25 anni di attività dell’azienda slovena sono stati l’occasione per conoscere meglio tecnica, tecnologia e soprattutto filosofia di un’eccellenza internazionale partner ormai di tutte le Case più importanti. E pensare che è cominciato tutto con una causa legale. Uno dei nomi più riconosciuti del panorama motociclistico, Akrapovic ha rischiato di non assurgere mai alla ribalta del gotha mondiale. Perché quando il fondatore Igor Akrapovič (nella foto d’apertura) ormai venticinque anni fa, decise di fondare la sua azienda per produrre scarichi motociclistici ad alte prestazioni, aveva pensato di usare un nome molto più internazionale: Scorpion, traduzione inglese del suo cognome. Facciamo un passo indietro: era il 1991, nel bel mezzo del processo di indipendenza della Slovenia. Un processo fortunatamente molto rapido e relativamente indolore, conclusosi con la guerra dei dieci giorni. Igor Akrapovic, pilota di belle speranze (al suo attivo gran belle prestazioni sul circuito di Grobnik, in cui fu capace di mettersi dietro tal Randy Mamola…) ma soprattutto grande tecnico, decise di darsi da fare. E non solo con le gare, per le quali si allenava correndo per le strade di Ljubljana dando più di un grattacapo alle forze dell’ordine locali. (continua a leggere su Moto.it)  
Igor Akrapovič si allena per le strade slovene.

Igor Akrapovic che si allena per le strade slovene.

Leggi Tutto Nessun Commento

Parti speciali Vespa Racing

Direttamente dagli anni ’70 e ’80 la passione per le parti speciali Vespa sembra non avere fine. Grazie alla collaborazione con Best racing Vespa abbiamo disponibili nel nostro punto vendita di via G. Galliano alcune delle migliori parti speciali disponibili sul mercato. Assali, crocere, rapporti per il cambio modificati e altre trasformazioni per la termica della vostra Vespa sono solo alcune degli articoli che potete trovare. Tutti i componenti sono prodotti con i migliori acciai temprati e lavorati dal pieno con macchinari CNC ad alta precisione. Inoltre, attraverso il nostro fidato partner, possiamo valutare insieme di quali componenti necessiti la tua vespa elaborata. E’ infatti possibile sviluppare le parti ad hoc per ogni caso specifico secondo le vostre esigenze.  
Alcune delle parti modificate per Vespa attualmente disponibili

Alcune delle parti modificate per Vespa attualmente disponibili

  Contattateci per qualsiasi informazione o richiesta particolare ma anche per soddisfare una semplice curiosità.   lo staff Simonazzi Moto Srl  

Leggi Tutto Nessun Commento